Account

Attività recenti

Il Ford Bronco del 1970 di Jenson Button è all'asta: è un affare, almeno per ora

Button non è stato solo un grande pilota di Formula 1, ma è soprattutto un grande appassionato di motori, un “petrolhead” per usare un termine anglosassone, tanto da essere uno dei volti dietro alla rinascita di Radford con la Type 62-2. Inoltre James ha una bella collezione di auto, che talvolta finiscono all’asta.

L'ex pilota F1 si è disfatto della sua Porsche Carrera GT la scorsa estate, e adesso la stessa sorte è toccata ad un magnifico esemplare di Ford Bronco originale del 1970, originale almeno nelle fattezze dato che presenta alcune modifiche che lo rendono di fatto unico.

Si tratta di un modello di prima generazione, che James ha tenuto con sé per 4 anni, sottoponendolo ad un attento programma di restauro e miglioramento. A prima vista il fuoristrada sembra identico all’originale, ma guardando con occhio più attento si notano subito i nuovi cerchi da 17 pollici della Method in alluminio verniciato in tinta nera, su cui sono calzati pneumatici BFGoodrich da 35 pollici specifici per l’offroad.

La carrozzeria è stata riverniciata con una tinta metallizzata blu scuro a contrasto con i parafanghi laterali rivettati in tinta nera e con dettagli rossi della griglia frontale e dei ganci di traino anteriori. Inoltre è dotato di un rollbar con tubi di generosa dimensione, su cui poggia una sorta di tendalino, ben più spartano e leggero rispetto al soft top delle versioni attuali (che hanno comunque dei limiti: guardate questo Bronco congelato durante una tempesta di neve canadese).

Sotto al cofano c’è invece un motore da 4.9 litri aspirato che manda la sua potenza su tutte e quattro le ruote attraverso un cambio a tre marce, e che presenta anch’esso numerosi miglioramenti, come l’iniezione della Fitech, il filtro dell’aria Edelbrock e un kit di accensione MSD che permette di mettere in moto il veicolo premendo un pulsante.

Il veicolo si trova in vendita sul sito d’aste Collecting Cars, e per il momento ha avuto soltanto tre offerte, con l’ultima che ha portato il prezzo a 30.333 dollari, circa 26.580 euro al cambio attuale, ma ci sono ancora 6 giorni prima che l’asta si concluda, quindi la cifra finale è senza dubbio destinata a salire, ma potrebbe essere comunque un affare.

Leggi articolo originale